Il Castello di Santa Severa

Il Castello con la sua attuale struttura a pianta rettangolare arricchita da torri angolari si ha nel XIV.
Il Maniero, attraverso un ponte, è unito dalla Rocca all’imponente Torre Saracena, antica fortificazione cilindrica, anticamente chiamata “La Torre del Castello”, edificata a metà del IX secolo per volere di papa Leone IV e, a seguito di continui rifacimenti, è giunta a noi, nella sua struttura ultima, datata tra il XVI e il XVII secolo.

La cerchia muraria ha subito nel corso dei secoli diversi ampliamenti, testimonianza delle fasi di crescita dell’insediamento.
Di particolare fattura l’ultimo anello, turrito e merlato, preceduto da un fossato, voluto nel XIV secolo.
Proprietà di alcune nobili famiglie romane, tra il XIII e il XIV sec., il Castello è stato, successivamente (XVI – XVII sec.), luogo di sosta e di soggiorno prediletto dai papi, tra i quali ricordiamo Leone X, Gregorio XIII, Sisto V e Urbano VIII.

Nel 1482 Papa Sisto IV lo donò all’ Ordine del Santo Spirito che lo amministrò per cinquecento anni, fino al 1980.
Dopo il seicento, seguì una lunga e lenta decadenza e nel 1943 fu utilizzato dai Tedeschi come postazione militare strategica.
Attualmente il complesso monumentale è proprietà della Regione Lazio e rappresenta un patrimonio di inestimabile valore sia storico che culturale.


Altri luoghi